Contributi fondo perduto e crediti di imposta nel Mod. Unico ENC

Circola nelle varie chat professionali il prospetto allegato qui, che ci risulta essere stato predisposto da una commissione di studio dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, ma l’introduzione di tale prospetto è decisamente chiara: “… abbiamo cercato di seguire le indicazioni prevalenti, ma ben sappiamo che la materia è in costante aggiornamento …”.

Leggi il seguito

Danza sportiva ed eventi promozionali

Una s.s.d. a r.l., oltre all’attività sportiva ordinaria di danza sportiva, svolge anche eventi nella forma di serate danzanti per la promozione del ballo, durante i quali partecipano soggetti diversi da quelli che frequentano i normali corsi di ballo (e, quindi, sportivi). Si chiede se per tali soggetti, che al momento vengono tesserati presso l’ente di riferimento, ci sia l’obbligo di richiedere il certificato medico per poter partecipare alla serata danzante o se, non considerandosi evento sportivo (e quindi i cui ricavi non vengano decommercializzati), non vi sia obbligo di richiedere il certificato medico. Si chiede, inoltre, se vi sia l’obbligo di tesserare tali soggetti per consentire loro di partecipare alla serata.

Leggi il seguito

Il trattamento fiscale della cessione di atleta

Quesito: Si chiede se una società sportiva dilettantistica, che emette regolare fattura con IVA al 22% per la cessione dei diritti di un atleta a un’altra associazione iscritta alla stessa federazione sportiva nazionale, possa beneficiare della forfettizzazione del 50% (legge 398/91) o debba effettuare il versamento dell’IVA in maniera integrale.

Risposta: Anche a voler accettare la distinzione fra attività “connesse” e “non connesse” alle attività svolte in diretta attuazione degli scopi istituzionali – per le quali la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 18/2018 ha espressamente ribadito il differente trattamento tributario in capo ai soggetti operanti nel regime della legge 398/91 – certamente la cessione di un atleta non è da considerarsi attività non connessa. Quindi, se viene emessa fattura e sono rispettati i requisiti della legge 398/91, spetta la detrazione forfetizzata del 50%.

Leggi il seguito

Costituzione/cessione di usufrutto di immobile a s.s.d. a r.l.

Quesito: Una s.s.d. a r.l. sta per acquistare l’usufrutto di un immobile adibito ad uso scuderia per l’esercizio dell’attività sportiva da parte degli associati. Si chiede se ai fini IVA l’atto di compravendita: vada assoggettato a IVA 22 %; vada emessa fattura in reverse charge ex art. 17 d.p.r. 633/72; vada emessa fattura esente da IVA ex art. 10.

Risposta: Il quesito parla di acquisto dell’usufrutto, operazione possibile e specificatamente prevista e regolamentata dall’art. 980 c.c. ma non certo frequente, riteniamo quindi che più probabilmente si tratti di costituzione di usufrutto e non di acquisto di un usufrutto già esistente.

Leggi il seguito

Rinnovo quote federali a carico della a.s.d.

Quesito: Una a.s.d. può procedere a proprie spese al rinnovo delle quote federali/istruttori e relative coperture assicurative che i propri tecnici  dovrebbero pagare presso la competente federazione  senza che ciò comporti la riqualificazione del costo come “compenso in natura”? 

Risposta: Se tale comportamento è esplicitamente previsto e correttamente motivato in una delibera dell’organo direttivo, riteniamo che tale riqualificazione sarebbe decisamente “forzata” e contestabile: poiché la a.s.d. deve avvalersi di tecnici in possesso del tesseramento presso la Federazione o Ente di promozione affiliante, non vediamo perché non possa farsi carico del relativo costo.

Leggi il seguito

Credito d’imposta su canoni di locazione marzo-giugno: anche per a.s.d. con solo Codice Fiscale?

Quesito: Una asd con solo codice fiscale gestisce una palestra; ha un contratto di locazione regolarmente registrato e ha pagato l’affitto per marzo e giugno. Secondo l’articolo 28 del d.l. 34 del 19/05/2020 avrebbe diritto a un credito di imposta del 60%. Si chiede se esistano limiti nell’utilizzo di tale credito oppure se sia utilizzabile per qualsiasi pagamento tramite f24 intestato all’associazione (nello specifico si tratterebbe di TARI, ritenute d’acconto su lavoro occasionale e lavoro autonomo).

Risposta: Il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione per il pagamento di qualsiasi tributo o contributo per il quale si utilizzi il Mod. F24, quindi anche della TARI.

Leggi il seguito

Il bonus di 800€ per collaboratori sportivi con compenso orario

Un istruttore di ginnastica aerobica con contratto di collaborazione sportiva a compenso orario in questo mese di novembre farà lezioni on-line retribuite. Si chiede se la riduzione del decreto Ristori debba essere sul compenso orario o sul totale percepito a confronto con altri mesi lavorativi. Si chiede inoltre se si debba fare un’appendice dove si accetta di percepire meno ad ora, oppure sarà sufficiente ricevere a fine mese un bonifico ridotto?

Leggi il seguito

Sospensione dell’attività causa COVID-19: Indennità novembre al collaboratore con tariffa oraria

Si chiede se a un collaboratore con contratto orario (con compenso annuale quindi non dichiarabile se non dopo aver firmato a fine anno il foglio presenze) potrà comunque essere corrisposta un indennità, non potendo ora dichiarare un mancato reddito.

Leggi il seguito